L’anno è il 2011, quando un gruppo di ragazzi decide di raccogliersi intorno ad un’idea allo stesso tempo semplice e rivoluzionaria: tornare in onda nello stesso posto in cui l’esperienza delle radio libere in Basilicata ha avuto inizio. Radio Raptus Bernalda, per logo un fiore composto da cinque chitarre incrociate, l’obiettivo immediato come uno slogan: essere liberi nel proprio paese.

Non solo web radio, ma anche promozione di eventi sul territorio e tutela della memoria storica. Musica, tanta musica ma anche cinema, teatro, arte. Un’esperienza che è parte attiva di un processo di crescita che investe il territorio ma che vuole arrivare ovunque, che unisce cittadini e istituzioni, che crede nella cultura come fonte inestinguibile di ricchezza.

Cinque anni da allora, molti gli ospiti che abbiamo avuto l’onore di accogliere, persone oltre la veste di artisti e professionisti, che ci hanno donato sempre qualcosa di buono per crescere e migliorarci. Molto è stato fatto, ma non abbiamo intenzione di rallentare. Grazie all’entusiasmo e oltre le difficoltà, nella testarda idea di divertirci e far divertire.

A chi ci rivolgiamo? A chiunque, a prescindere dalle appartenenze e dalla geografia, guardi alla radio come a qualcosa in grado di toccare le corde del cuore e della memoria, capace di farti sentire a casa anche quando sei lontano, che sappia farti affezionare.
Questa è Radio Raptus e questi siamo noi, di nuovo ON AIR!

Non ci sono commenti

Lascia un commento per primo.

Lascia un commento

-

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi